martedì 26 novembre 2013

.

Писатель Захар Прилепин

Zachar Prilepin

.

martedì 26 novembre 2013

.

la Repubblica

.

→ Massimo Recalcati Da Grillo a Renzi il carisma orizzontale

.

Michele Smargiassi Professione fotoreporter. Da Koudelka a Erwitt lo sguardo che si fa storia. Le interviste di Mario Calabresi a dieci maestri dell’immagine

.

Roberto Esposito Tra pellicole e pixel filosofia in uno scatto. Benjamin, Bloch, Jünger: storia e futuro dell’arte delle istantanee in una nuova raccolta

.

.

Corriere della Sera

.

→ Paolo Mieli Quell’amicizia finita male tra Mussolini e Roosevelt. I forti motivi di sintonia tra il fascismo e il New Deal. Lucio Villari esamina alcuni aspetti delle relazioni tra il nostro Paese e l’America. Il Duce aveva molti estimatori anche nell’establishment conservatore

.

la Stampa

.

→  Marco Belpoliti Il tablet è il messaggio. Un saggio di Andrew Piper: così cambia la lettura nell’era digitale. Come spiegava McLuhan, le parole mutano a seconda di dove le leggi

.

Mirella Serri Riscrivere la storia per superare la retorica. Nella raccolta di articoli di Paolo Mieli un excursus attraverso due millenni, dalla Atene di Pericle al ’900

.

l’Unità

.

Giuseppe Montesano Sull’orlo della follia. Jodorowsky e Moebius: storia pazza di sesso e santi

.

il manifesto

.

→Valentina Parisi L’inferno sulfureo dell’infanzia. Zachar Prilepin. Un incontro con lo scrittore russo, in Italia con il suo ultimo romanzo «Scimmia nera», edito da Voland. «Con la sua ansia di dissoluzione, Mosca è lo specchio ideale per le pulsioni autodistruttive del mio protagonista»

.

Massimo Raffaelli Roberto Cerati, silenzioso e decisivo. Ricordo del presidente della Einaudi, stretto collaboratore di Giulio, morto all’età di novant’anni

Antonello Cresti Il marxismo in solitudine di un eretico. La morte del filosofo Costanzo Preve, autore apprezzato in Europa per i suoi saggi sul pensiero critico.  Autore poco conosciuto in Italia, ha dedicato la sua prassi teorica a un rinnovato anticapitalismo

.

Filippo Fiorini Hanno ucciso Che Guevara. Walter Operto fu il primo giornalista ad arrivare in Bolivia e a scoprire la verità sulla morte di Ernesto. Volevano che il mondo lo dimenticasse. Invece lo resero immortale

.

il Foglio

.

Annalena Benini Dieci minuti. La possibilità sconvolgente delle cose che non avremmo mai fatto (e un libro di Chiara Gamberale)

.

Roberto de Mattei Processo ai nuovi modernisti. Ieri luterani e gesuiti equivoci, oggi ciellini e rossomalpeli. Così avete snaturato la fede cattolica

.

il Giornale

.

Laura Rio Il culturame di Raitre? Pochi lo guardano, tutti lo paghiamo caro. Il programma che piace alla gente che piace (ma dagli ascolti bassi) costa più di una prima serata di Fazio: è questo il vero «capolavoro»

.

Massimiliano Parente Quando il lutto diventa capolavoro. “Storia di una vedova” di Joyce Carol Oates è l’atto d’amore per il marito scomparso. Senza svenevolezze e piagnistei

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...