domenica 20 ottobre 2013: Lettura

Macke2

.

domenica 20 ottobre 2013

.

Corriere della Sera

.

Roberta Scorranese «Ma per i simboli ci vuole l’arte». Ludovica Lumer: «Allargo la visione con la neuroestetica». Una ricercatrice milanese esplora negli Stati Uniti un territorio della mente nel quale si costruisce il concetto del bello

.

Corriere della Sera – la Lettura

.

→ Cristina Taglietti La letteratura non è militante.  Piperno e Avallone. «I libri cambiano noi, non la società. Niente impegno politico, solo spazi liberi». Le storie e il pubblico, il ruolo civile dell’autore e il marketing. Due scrittori a confronto con i classici, internet e se stessi

.

Stefano Montefiori La Francia è meno francese.  Askolovitch sfida Finkielkraut: lui incolpa l’islam, io i pregiudizi. Due intellettuali e due tesi opposte che dividono il paese sulla presenza musulmana. Le due opinioni a confronto

.

Daniele Gilioli Il recinto mentale che esclude gli altri. Una riflessione sui disagi della civiltà

.

Serena Danna I nerd crescono e giocano con la politica. Negli Usa la conoscenza tecnologica favorisce l’interventismo in tutti i campi: dalla riforma dell’immigrazione all’economia. È un’effetto dello scetticismo dell’accademia

.

Giuseppe Remuzzi Quanta paura hanno i dottori. Il timore di sbagliare, il timore del dolore (altrui e proprio), il timore della verità. E poi i bambini: qui dobbiamo imparare dalle mamme

.

Roberto Galaverni Cos’hanno in comune la pazza, la sposa e il marionettista? Dicono sì alla vita. La domanda negli «Epitaffi» dell’ebrea tedesca Nelly Sachs, premio Nobel nel 1966, non è tanto l’origine del male ma l’originalità della scrittura

.

→ Alessandra Farkas Il romanzo è vivo, Cassandra ha perso. Parola di Jay McInerney. «Quando ho scritto “Le mille luci di New York” la narrativa in America sembrava un malato terminale. Che sciocchezza». L’auto-creazione del personaggio, dice lo scrittore, qui funziona. In Europa no

.

→ Sandro Veronesi Roma e le altre, città chiuse. Perché lo schermo fa bene alla vista. «Matrix» e «Truman show» prima, «Grande bellezza» e «Sacro Gra» ora. Dal cinema lezioni per noi

.

Giovanna Poletti Splendori di una corte malata. Il virtuosismo dell’ultimo Velázquez: principini cagionevoli e spose bambine. Il Prado celebra l’universo del Maestro (e del genero)

.

Jöel Dicker Caccia alla tigre. Lo Zar mette una taglia sulla fiera che minaccia l’impero. E un giovane, sognando la ricchezza, si lancia all’avventura. Una storia quasi salgariana scritta dall’autore di «La verità sul caso Harry Quebert» quando aveva 19 anni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...