lunedì 14 ottobre 2013

PRIX GONCOURT JEROME FERRARI

Jérôme Ferrari

.

lunedì 14 ottobre 2013

.

la Repubblica

.

→ Fabio Gambaro Jérôme Ferrari. “Ho lottato per la Corsica e ho perso ogni illusione”

.

Francesco Erbani Benvenuti al Sud. Viaggio di ritorno nei luoghi comuni. Sudici. Oziosi. Lenti. In un saggio di Vito Teti gli stereotipi attribuiti ai meridionali. I quali spesso li adottano a modelli

.

Michele Smargiassi Il dialogo Scalfari-Cacciari: “Ecco la democrazia che vogliamo per l’Europa”. “La partecipazione non è solo il voto”

.

Adriano Prosperi Machiavelli senza il machiavellismoNegli Oscar Mondadori la biografia scritta da Lucio Villari

.

Corriere della Sera

.

Gian Arturo Ferrari Scoprire a Francoforte di non contare più nulla

.

→ Paolo Mieli Il 1913, un anno formidabile cieco davanti alla Catastrofe. Perché è inutile cercare il colpevole della Grande guerra. Sulle cause dell’«inutile strage» ci sono 25mila libri, ma nessuno risolutivo.  Le strane somiglianze tra gli avvenimenti di ieri e quelli di oggi

.

la Stampa

.

Abraham B. Yehoshua Ma quel rabbino era un cattivo maestro. Funerali da 850 mila persone per Rav Ovadia, leader spirituale del partito ultraortodosso Shas che insultava le donne, la sinistra e i non ebrei

.

l’Unità

.

Maria Teresa Palieri Chiara di Assisi. La disobbediente.  Intervista a Dacia Maraini che alla santa dedica il suo nuovo libro

.

il Messaggero

.

Gloria Satta L’enigma Magritte.  Al MoMa di New York dal 12 febbraio una straordinaria esposizione di ottanta quadri del maestro del Surrealismo, incentrata sugli anni in cui il pittore a Parigi condivise il suo lavoro con i grandi surrealisti, da André Breton a Salvador Dalì a Paul Éluard

.

il Giornale

.

Fabrizio De Feo La lezione di Cézanne al Novecento italiano in mostra al Vittoriano. L’artista francese spalancò le porte della modernità, esercitò una potente influenza sui nostri pittori e regalò ispirazione e idee a una intera generazione di artisti, da Morandi a Boccioni, da Sironi a De Pisis

.

→ Marcello Veneziani Camus, la rivolta come tradizione. Negli anni ’50 prefigurava l’invasione dei migranti in Europa. Accusando l’Occidente d’aver smarrito le proprie radici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...