domenica 6 ottobre 2013

fa56cd32ec6d3fa87481f030a74618e1

Italo Calvino e J.L.Borges

.

domenica 6 ottobre 2013

.

la Stampa

.

Giulio Ferroni, Melania Mazzucco, Ernesto Ferrero, Marco Belpoliti, Nicola Lagioia, Ginevra Bompiani Caro Calvino 90 di questi giorni. L’autore dei Nostri antenati il 15 ottobre avrebbe festeggiato il compleanno. Scrittori e critici così lo ricordano

.

l’Unità

.

Alberto Crespi Ciao Carlo Lizzani cronista del 900. Non era solo un cineasta: è stato molto di più. Per noi dell’Unità un compagno di strada che va salutato a testa alta con il rispetto che si deve ai grandi

.

Gigi Marcucci Invisibili del Vajont. Viaggio a Longarone, 50 anni dopo. «Prima cancellati e poi abbandonati»

.

Oreste Pivetta 9 ottobre 1963 l’onda della morte. La montagna crolla, un mare di fango invade la valle

.

Cristiana Pulcinelli I romanzi, cibo per la mente. Leggere narrativa aiuta a migliorare le relazioni sociali. La lettura di fiction potenzia quei processi mentali che  permettono di identificare e comprendere le emozioni altrui

.

Avvenire

.

→ Giuseppe O. Longo  Proust, Borges e la Memoria. A un secolo dalla più celebre indagine letteraria sulla nostra percezione del tempo, psicologia e neurologia non hanno ancora svelato l’enigma del ricordo. E oggi le banche dati elettroniche pongono ulteriori interrogativi: che fine farà il “buon oblio” capace di organizzare storia e autobiografia?

.

Libero

.

Roberto Festorazzi Margherita Sarfatti, la confidente della regina. Il fascismo svelato/6. Dal carteggio inedito e amichevole tra l’amante di Mussolini e Elena di Savoia emerge oggi il vero pensiero della sovrana, molto critico su Germania e leggi razziali

.

il Giornale

.

Marcello Veneziani Autoscatti, tatuaggi e Twitter. Oggi Narciso si specchia così. I giovani vanno in rete, postano immagini e trasformano il corpo in icona. Ma non c’è vera comunicazione. E tutto diventa solo solitudine condivisa. Arriva la generazione «Me me me»

.

Claudio Siniscalchi Lizzani, il cinema girato a sinistra. Grande regista, critico e storico. Una figura chiave per capire la generazione che passò dal fascismo al comunismo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...