lunedì 19 agosto 2013

Giacomo Leopardi. Recanati 1798 - Napoli 1837

Recanati – Giacomo Leopardi

.

lunedì 19 agosto 2013

.

Corriere della Sera

.

→ Emanuele Trevi il mio nome è James Leopardi. Il mondo anglosassone valorizza il pensiero del poeta. Che oggi «dialoga» con Locke e Wittgenstein

.

Livia Manera La versione di Barnes: non c’è rimedio all’amore. Il racconto del dolore per la perdita della compagna

.

la Stampa

.

→ Michele Brambilla La vendetta di Verdi “come fulmin scagliato da Dio”. Mentre nel bicentenario della nascita torna a Busseto la spinetta su cui cominciò a suonare, si riscopre un episodio dell’adolescenza: la fatale maledizione contro il prete che l’aveva strapazzato

.

Francesco Poli Alice nel mondo degli oggetti divisi a metà. Yoko Ono. In Danimarca una grande retrospettiva dell’artista che ha attraversato Fluxus, la body e il concettuale

.

L’Unità

.

Sergio Labate Addio individualismo. È il momento di costruire una nuova comunità. L’immaginazione è necessaria per superare l’indifferenza come «patologia sociale»: nonostante questo modello sia in crisi, come il capitalismo, bisognerà affidarsi all’utopia

.

★ Giuseppe Montesano Salvarsi con le rime. La poesia rimedio al presente oscuro e per ritrovare il filo dell’umanità. «A scuola di calore» con Rizzante, i ritmi lievi di Patrizia Cavalli o le terzine colloquiali di Paris, rileggere Enzensberger: ecco un percorso di libri per riscoprire l’anima del mondo

Layout 1

.

Paolo Di Paolo Le strade percorse (e aperte) dalle visioni di Caro Diario

.

il Fatto Quotidiano

.

Andrea Scanzi Sollier, sempre a pugno chiuso. Quando il pallone è comunista

.

Silvano Rubino Tracce di Izzo dentro Didier. Marsiglia, sbirro nel casino totale. Sulle orme del romanzo. Da trent’anni lavora nella città dalle mille anime: corsa, italiana e magrebina. Lo chiama “il modello spiedino”. E si definisce molto meno ottimista del “collega” Fabio Montale

.

il Giornale

.

Marcello Veneziani Il genio? Resta per sempre un bambino malinconico. La lezione di Schopenhauer. L’intelligenza che pensa se stessa. Tornano gli scritti del grande filosofo che ci spiegano la differenza tra il talento e l’intuito inarrivabile delle grandi menti. Un dono che condanna alla solitudine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...