L’Italia di nessuno

Cover Contro rivoluzioni

SommarioSfoglia il numero

.

EDITORIALE – Il tasto rosso

Enrico LETTA ‘Rifondare l’Italia per contare in Europa (e scongiurare il disastro)’
Conversazione con Enrico LETTA, a cura di Lucio CARACCIOLO

 

PARTE I  L’EUROSISTEMA CHE NON FUNZIONA

★ Marcello DE CECCO e Fabrizio MARONTA Berlino, Roma e i dolori del giovane euro
I guai dell’Eurozona originano da una grave anomalia: l’essere imperniata su un paese esportatore, che drena valuta invece di crearla. Il ritorno della Mitteleuropa. Il bluff delle ‘triple A’. Se la moneta comune salta, un’Italia senza timoniere rischia la deriva.

Heribert DIETER La Germania non vuole pagare per i vostri errori
Vista da Berlino, la crisi politica ed economica italiana è sempre più preoccupante. Gli elettori tedeschi vogliono l’euro, ma non a tutti i costi. E non intendono più essere insultati dai paesi del Sud. Due nuovi partiti eurocritici. La lezione di Cipro.

John C. HULSMAN Consigli americani per dare scacco ad Angela Merkel
Sei mosse determinanti e simultanee per sconfiggere l’austerità e salvare l’Italia e il mondo. Riforme epocali e politicamente trasversali, effetto sorpresa, gioco duro con la Germania. Un mix di Roosevelt e Thatcher. E una buona dose di sincerità.

Dario FABBRI Da Palazzo Chigi a Palazzo Margherita: leading from inside?
Preoccupato dalla crisi italiana, che minaccia di far saltare l’euro e di colpire la ripresa Usa, Obama tenta di orientare la politica nostrana. Il fallimentare appoggio a Monti e l’apertura a Grillo sono strumentali al braccio di ferro con la Germania troppo austera.

 

PARTE II L’ITALIA A TERRA

★ Alessandro ARESU Chi comanda in Italia? Il potere di perdere tempo
Il nostro paese sopravvive grazie a Draghi, alle sue triangolazioni con Obama e Merkel e con il Quirinale. Decisivi restano i macropoteri burocratici, imperniati sulla Ragioneria generale dello Stato e sulla Cassa depositi e prestiti. Solo veri partiti ci salveranno.

Fabio MINI Perché i militari non fanno un colpo di Stato
Le nostre Forze armate non intendono prendere il potere perché anche fra i soldati ognuno pensa a se stesso e i centri di comando si annullano reciprocamente. Se un generale andasse in tv a proclamare la legge marziale cambieremmo canale.

Ilvo DIAMANTI La nuova geografia impolitica italiana
La carta elettorale del nostro paese si tinge del giallo del Movimento 5 Stelle: il solo partito nazionale. Gli altri colori perdono brillantezza, anche nelle roccaforti storiche. Si è logorato il rapporto fra politica e territorio.

Fabio BORDIGNON e Luigi CECCARINI, Germano DOTTORI, Fabio CHIUSI, Riccardo GUALDO

Fenomenologia di Beppe Grillo
Geograficamente e socialmente trasversale, osservato con grande interesse e in via d’imitazione all’estero e nella stessa Germania, l’M5S è riuscito fin qui a rappresentare la protesta contro l’inefficienza sistemica della governance nazionale ed europea. Le suggestioni iperdemocratiche elaborate da Gianroberto Casaleggio hanno una lunga storia che può essere ricondotta al messianesimo digitale sbocciato vent’anni fa nella Silicon Valley, ma probabilmente contano assai meno dell’astuto e studiatamente volgare eloquio di Grillo. Il Movimento 5 Stelle ha basi per durare?

Pietro MODIANO Una crisi senza fine genera mostri
L’Italia è alle prese con una recessione senza precedenti, alimentata dai circoli viziosi del credito e della politica economica. Bisognerà percorrere in fretta alcune obbligate vie d’uscita se non si vuole minare la coesione sociale.

Giorgio ARFARAS Così ci siamo scavati la fossa
Fino agli anni Ottanta l’Italia ha finanziato in disavanzo la costruzione del suo welfare, usando la svalutazione per eludere scelte dolorose. L’euro ci ha offerto la storica occasione di abbattere il debito, ma l’abbiamo sprecata. Ora ci aspetta una lunga quaresima.

Gian Paolo CASELLI e Gabriele PASTRELLO Come uscire dalla trappola della flessibilità
Il tessuto produttivo italiano è inadeguato. Ma la precarizzazione non è una risposta e deprime imprese e famiglie. La spesa pubblica come ricetta per scongiurare la deindustrializzazione. Se la rotta dogmatica liberista non cambia, l’Italia potrebbe uscire dall’euro.

Rosario AITALA Per chi tifano le mafie
Il crimine organizzato, conservatore per vocazione, si aggrappa allo status quo. ’Ndrangheta, Cosa nostra e camorre temono la crisi perché vi sono meno soldi pubblici, meno politici a disposizione, più anarchia. L’espansione al Centro e al Nord.

Andrea APARO Meno Stato uguale più tangenti
Siamo un paese ipercorrotto perché istituzioni e amministrazioni pubbliche non sostengono l’economia. Se i governi non aiutano le imprese, la bustarella diventa inevitabile. La tangente al quadrato. Servono tre ‘campioni’ in ogni settore strategico.

 

PARTE III CHE FARE?

Brunello ROSA Rigore meno austerità uguale crescita
Gli indicatori internazionali fotografano impietosamente lo scivolamento dell’Italia verso una condizione di marginalità economica e sociale. Per invertire la rotta occorre rimettere in moto la macchina produttiva. Un decalogo per la rinascita.

Giulio SAPELLI Aspettando il demiurgo che ci salverà dalla Germania
La strategia tedesca mira alla distruzione delle industrie dell’Europa mediterranea per via deflattiva. La poliarchia autoritaria nordeuropea, di cui siamo succubi, sta strangolando l’Italia. Il saggio protezionismo di Mantega. Il paradigma americano.

 

Appello per un nuovo Trattato europeo

Flavia BARCA e Vito DI MARCO Il governo della cultura: idee per valorizzare un tesoro dimenticato
I governi italiani hanno sistematicamente trascurato di promuovere le industrie culturali e creative. Alcune proposte per colmare questo vuoto, di cui il nuovo esecutivo dovrebbe subito occuparsi. La fine della separazione fra ‘alta’ e ‘bassa’ cultura. Gli esempi stranieri.

 

Un pensiero su &Idquo;L’Italia di nessuno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...