mercoledì 6 marzo 2013

celati

Gianni Celati

.

Rassegna stampa delle pagine culturali di quotidiani e settimanali:

mercoledì 6 marzo 2013

.

La Stampa

.

Gian Enrico Rusconi Italia-Germania al bivio della Storia

.

Enzo Bettiza Sono un naufrago del Secolo breve. Dal nuovo romanzo La distrazione: la vita e gli amori di un novantenne che ripercorre la sua storia e la vede intrecciata a quella dei totalitarismi europei

.

Alberto Infelise “Il Barça fa schifo”. Infranto il pensiero unico calcistico. Un feroce pamphlet Contro il tiqui taca dei blaugrana:la squadra più amata delmondo è anche la più noiosa

.

Marcello Sorgi Un picaro intrepido, incapace di servire una sola ideologia. La biografia dell’autore nel protagonista “Jarko”

.

L’Unità

.

Daniela Amenta Luci della città. Battisti e Dalla, nati entrambi nel 1943, a un giorno di distanza. Fenomenologia di due geni del «cantar leggero»

.

Maria Grazia Gregori Ronconi, 80 anni sognando il teatro. Venerdì il compleanno del regista che iniziò bambino ad amare la scena. Ha sempre creato immagini sceniche che superavano le strutture tradizionali del palcoscenico. All’inizio è stata un’eplosione emotiva impossibile da controllare, poi routine di successo

.

Alfredo Reichlin Dal Bottegone al Quirinale. Un nuovo libro su Giorgio Napolitano «letto» dall’amico Alfredo Reichlin. Lo firma Paolo Franchi. Più che una biografia è un ritratto in cui si racconta l’uomo che ha compiuto la straordinaria «traversata». La militanza nel Pci nella Napoli del dopoguerra fino alla salita al Colle

.

Roberto Carnero Rinascimento di Bembo. Una mostra a Padova per riscoprire il letterato. Nelle undici sale: dai rapporti con i pittori del tempo, ai contatti con le personalità dell’epoca, comprese le donne

.

il manifesto

.

Piero Bevilacqua L’onda inversa dello tsunami

.

Giso Amendola Il fratello gemello della democrazia. Il populismo è stata la parola più evocata in questa campagna elettorale. Ma più che analizzarlo come un residuo sopravvissuto alla modernità, vale la pena riprendere le riflessioni del filosofo Ernesto Laclau e scoprire invece che non è una patologia della rappresentanza politica, bensì un fattore che aiuta il consolidamento di uno status quo in crisi

.

Alessandro Corio Una libertà che viaggia lungo il fiume. «La Lézarde» di Édouard Glissant. L’erranza, il razzismo, l’inconscio della terra e il paesaggio come metafora del risveglio. Il percorso di iniziazione nel primo romanzo dell’intellettuale caraibico

.

Federico Cartelli Il ritorno all’ordine è molto prolifico. «Novecento. Arte e vita tra le due guerre» a Forlì, dalla pittura all’urbanistica

.

Giulia D’Agnolo Vallan C’era una volta il cinema. Arriva domani nelle sale italiane il (quasi) prequel del capolavoro di Victor Fleming del 1939, «Il grande e potente Oz» diretto dal visionario Sam Raimi. Il regista riproduce bene digitalmente l’estasi cromatica del grande technicolor hollywoodiano, ma non riesce a ricreare la vertigine lisergica cubista e lo shock visivo dell’originale

.

Il Messaggero

.

Leonardo Jattarelli Emily, parenti serpenti. L’ultima biografia della poetessa americana Emily Dickinson apre scenari inediti sulla sua vita e sulla faida familiare intorno alle sue opere

.

Il Fatto Quotidiano

.

Andrea Scanzi Battisti, genio controvoglia. “L’altro Lucio” nasceva settant’anni fa, ma da tempo si era esiliato dalla sua leggenda

.

Avvenire

.

 Matteo Luigi Napolitano Shoah, i «falsari»di Dio 

.

Libero

.

Giuseppe Pollicelli Capitan Harlock all’arrembaggio con la sigla tv. Da Jeeg a Daitarn 3 e Lady Oscar. Un saggio ricorda i protagonisti di un fenomeno tutto italiano: gli artisti che hanno portato i cartoni giapponesi a dominare l’hit parade e l’immaginario di un’intera generazione

.

Il Giornale

.

Luigi Mascheroni Tradurre l’«Ulisse» di Joyce? Per Celati è stata un’odissea. Dieci anni di lavoro matto e disperato. Un pezzo di vita a combattere col mostro, tra vocabolari, depressione, pagine insormontabili e il furto del computer. Ma alla fine ce l’ha fatta

.

Luca Negri Meno partiti più ideali. La democrazia di Olivetti

.

Luca Crovi Pistole, sabbia e malinconia. Le avventure di un vicesceriffo di colore. L’indagine diventa western. Percival Everett in «Sospetto» trasforma il New Mexico nell’ambientazione perfetta per un thriller allucinato

.

Gabriele Morelli Gabriel García Márquez visto da molto vicino. A spasso con il genio. Plinio Apuleyo Mendoza racconta decenni di amicizia (litigarella) con «Gabo»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...