venerdì 15 febbraio 2013

2975-350x500

Rassegna stampa delle pagine culturali di quotidiani e settimanali:

venerdì 15 febbraio 2013

.

Ettore Livini Pianto greco. Le illusioni perdute sotto il Partenone. Petros Markaris abbandona il commissario Charitos e dal noir passa all’analisi della crisi

.

Massimo Novelli La mia questione privata. «Fenoglio mi amava ma per me era solo amicizia». Cinquant’anni fa moriva lo scrittore. Parla Benedetta Ferrero, la Fulvia raffigurata nel più struggente dei suoi romanzi

.

Giancarlo Bosetti Addio Dworkin filosofo dei diritti. Era uno dei più grandi teorici liberali dell’uguaglianza e della giustizia

.

Antonio Monda L’altro Dick: fantascienza è una coppia che funziona. Esce l’inedito “Il cerchio del robot”, storia della relazione fallita tra un uomo e una donna

.

Corriere della sera

.

Giorgio Montefoschi Resurrezione di un demone. Ultimo miracolo di Simenon. La tetra provincia fiamminga riscattata da un amore. Riscoperte. «Il borgomastro di Furnes» va oltre il genere giallo e consacra il suo autore fra i grandi talenti drammatici

.

Corrado Ocone Ronald Dworkin un liberale che criticava il relativismo

.

b16  Emanuele Trevi Il desiderio della vita nascosta. L’alternativa cristiana al potere. La decisione di Benedetto XVI

.

La Stampa

.

Antonio Scurati  Il Rinascimento bussa sempre due volte. Michelangelo a Costantinopoli: nel nuovo romanzo di Énard, il senso profondo della nostra storia

.

Jacopo Iacoboni La persecuzione non è uguale per tutti gli scrittori. Il New York Times denuncia il caso dell’azero Aylisli, ignorato dai media occidentali, “reo” di avere scritto del genocidio armeno

.

L’Unità

.

Luca Landò La società delle formiche. «La conquista sociale della Terra». Esce oggi Il nuovo studio di Edward O. Wilson, uno dei più grandi biologi viventi, che ci spiega come abbiamo imparato a vivere in comunità

.

Alberto Crespi L’ultimo film di Phoenix. «Dark Blood» ultimato ora a vent’anni dalla sua morte. Fuori concorso a Berlino. Il regista Sluizer ha integrato la trama e messo una nuova colonna sonora. Non un capolavoro ma farà felici i fan

.

Maria Serena Palmieri E Pemberley diventa la scena del delitto. La novantenne scrittrice inglese scrive il seguito di «Orgoglio e pregiudizio»: una sorta di rivisitazione in chiave gialla

.

Roberto Carnero Tamaro. Autobiografia con angeli

.

Renato Barilli I tesori colorati di Boetti. Al Maxxi di Roma le opere realizzate in Afghanistan

.

il manifesto

.

Sandra Paoli James Joyce. Il puro piacere della scrittura. Un incontro con Franca Ruggieri, presidente della Fondazione italiana intitolata all’autore irlandese. «Nella sua prospettiva del nuovo umanesimo, è essenziale l’affermazione della libertà, sottratta al perbenismo e all’opportunismo dei compromessi»

.

Stefano Petrucciani La scomparsa del filosofo e giurista americano Ronald Dworkin. L’etica pragmatica dell’eguaglianza

.

Giuliana Muscio Il fascino indiscreto dei maestri espatriati. Berlinale. Una vera scoperta è la retrospettiva «The Weimar touch» con un programma sulla produzione austro-germanico-ungherese dopo la salita al potere di Hitler

.

Gli Altri

.

Tommaso Giartosio Quei maschi in cerca dell’affetto perduto. Letteratura contemporanea

.

Adele Cambria Sandra Petrignani la capitale scomparsa

.

Libero

.

Edith Wharton L’eco delle ossa rotte dalla Storia. Racconto inedito della prima donna Pulitzer. Edith Wharton riporta la testimonianza di un infermiere dei corpi ausiliari americani di ritorno dal fronte della Prima guerra mondiale: una lancia conficcata nel cuore dell’esperienza

.

Il Giornale

.

Luca Crovi Il postino James M. Cain suona sempre due volte. Confessioni di una seduttrice. Ecco il romanzo ritrovato. In «La ragazza dei cocktail», scritto a 83 anni, tornano i temi dei grandi classici del noirista. Con un pizzico di autobiografia

.

L’Espresso

.

Eugenio Scalfari Avanguardia da vagone letto. C’è chi sostiene che il Gruppo 63 era il vuoto assoluto. E chi invece ricorda come (dopo) i suoi artefici abbiano prodotto opere memorabili. Ma quella rivoluzione oggi è come un trifoglio rinsecchito tra le pagine di un vecchio album

.

Wlodek Goldkorn  Adriano Prosperi: «Tutto il potere a un Ceo». D’ora in poi il papa perderà l’aura di sacralità. Per assomigliare a un amministratore, a un capo azienda. Parla un grande storico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...