domenica 18 novembre 2012

★ Antonio Carioti  Rivoluzioni senza leader. Neoanarchici & co. Né dirigenti, né linea politica. Il fine non  è abbattere lo Stato ma agire come se non esistesse

Paolo Di Stefano Il sessismo linguistico Infermiera sì. Ministra no? Il sessismo non  è un problema grammaticale ( il neutro non esiste in italiano), ma sociale. Accettato dalle donne che negli anni 90 confusero parità e omologazione al modello maschile

Marta Serafini Il Parlamento? In Rete è aperto. Cittadini formulano proposte tramite il web. Un’utopia diventata realtà in molti paesi (compresa l’Italia). Ma che rivela già ombre

Filippo Sensi Romney tradito da una app. La piattaforma digitale «Orca», asso della manica dei repubblicani, si è rivelata un fiasco. Segno della fragilità delle nuove tecnologie

Giulio Giorello L’apocalisse? C’è già stata. Più volte la Terra ha conosciuto enormi estinzioni di massa ma ora la catastrofe potrebbe avvenire per mano dell’uomo

Irene Allison Processo all’iPhone-photography. Un pericolo per l’informazione o una possibilità creativa in più per i professionisti: la polemica tra sostenitori e detrattori dell’uso dello smartphone per le foto d’autore: un’inesausta fantasia prestata al mito e all’infanzia

★ Ugo Riccarelli La Repubblica poetica di Bruno Schulz. A settant’anni dalla sua morte per mano di un SS, torna arricchito di testi e disegni ritrovati «Le botteghe color cannella»

★ Roberto Galaverni Sognando con Dylan il sogno americano. Anche nel nuovo album, Bob Dylan sottolinea la primogenitura del racconto, l’archetipo del folk singer che è lì per far sentire le sue storie

★ Marco Gervasoni Dagli addosso agli anni ottanta. Una visione moralistica liquida quel periodo come il trionfo della corruzione. Discutibile il concetto di «maturità» adottato da Guido Crainz

★ Giuseppe Galasso  La rivincita di Croce. La libertà come forza motrice nella storia del genere umano

★ Corrado Ocone  Benedetto Croce. Né arretrato, né provinciale. Anticipò l’«Italian Theory»

★ Mario Missiroli  La tua vita nel mio romanzoEmmanuel Carrère, scrittore camaleonte: «Lettori, fidatevi di me: scrivo la verità»

Ivan Cotroneo Il piacere della serialità. I personaggi delle fiction vivono con noi (veri come noi) tra una puntata e l’altra

Vincenzo Trione e Stefano Bucci L’arte tra le nuove macerie. La post-archeologia di Pistoletto, Vezzoli, Buren. Rispetto o violenza: a tu per tu con gli antichi

★ Sergio Luzzatto La rivincita del Novecento. Tony Judt contrasta le teorie che dipingono il secolo breve come al fucina di tutti i mali, dal nazismo al comunismo: fu il periodo in cui si realizzarono importanti conquiste sociali

★ Zerlina Stefano Benni. Ricchezze a metà, scempio del gusto 

★ Anna Li Vigni Le quattro facce del realismo. Ferraris e De Caro propongono una visone critica dell’oggettività e dell’ermeneutica in una dimensione pubblica della ragione che abbandoni l’antiscientismo moderno

★ Remo Bodei Cina anti-platonica François Jullien. Il sinologo francese confronta l’ideale occidentale della bellezza immutabile a una più saggia visione dell’estetica e dell’esistenza in costante movimento

★ Gabriele Pedullà Inclassificabile machiavellico. Il Gramsci di Donzelli

Quirino Principe  Uno splendido diavolo. Daniel Arasse traccia un percorso nei secoli: dall’immagine repellente si passa a sembianze nobili e seducenti

Paolo Legrenzi Abitudini sane e cattive. Charles Duhigg «La dittatura delle abitudini»

Giorgio Ficara Il Miraggio Chisciotte. Una nuova edizione, a cura di Francisco Rico, per i Classici Bompiani, conferma tutta la grandiosità del progetto di Cervantes e lo ricolloca alle origini del canone romanzesco

Fernando Mazzocca  Degas, il mago dei ritratti

Stefano Bartezzaghi Mai dire fine. Tv, film, libri: ormai tutto deve continuare, avere un’altra puntata. Non lasciarci soli.

★ Irene Bignardi  Ian McEwan nei panni di una spia

Susanna Nirenstein Orlando Figes. I suoi saggi hanno raccontato la storia della cultura russa e dell’epoca staliniana. Ora si è imbattuto nelle lettere tra un recluso nel gulag e la sua donna. “Un documento eccezionale che svela i sentimenti che sopravvivono anche nei tempi più oscuri”

Camille Paglia L’estetica. Il mio idolo Andy Warhol ha ucciso l’arte. Solo il design manuale può farla risorgere. Crisi e rinascita del bello secondo la saggista americana, che dice:«l’avanguardia è morta». Il futuro è dei nuovi artigiani

★ Alessandro Baricco Una certa idea di mondo (libro da oggi in edicola con Repubblica)

★ Oreste Pivetta Un paese sconfitto dal degrado. L’ultimo libro di Guido Crainz: analisi impietosa degli ultimi 30 anni. Lo storico approfondisce quanto abbiamo attraversato da Craxi a Berlusconi e soprattutto spiega quanto sarà difficile l’opera di ricostruzione morale, etica, politica e culturale

★ Marco Bucciantini Una strada lunga un secolo. De Gregori:«Il mio Novecento tra Omero e Campana». È uscito il nuovo disco: nove canzoni, una scrittura perfetta, uno sguardo disincantato e dolce «sul mio tempo, così contraddittorio»

Philippe Daverio Pauperismi nordici, un contrappunto alla Cappella Sistina

Michele Dolz Dalla croce al sepolcro. Grünewald e Holbein, visioni a confronto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...